Desideri allattare tuo figlio ancora per diverso tempo e sei preoccupata che il latte si esaurisca prima che tu e il tuo bambino siate pronti a farne a meno. Questo timore non trova riscontro nell’esperienza delle mamme: la produzione di latte, è vero, diminuisce in proporzione alla minor richiesta del bambino; ma questo non significa che la lattazione finisca. Il latte viene sempre prodotto nella quantità che viene rimossa dal seno, cioè per quello che al bambino serve in un dato momento. Le mamme che hanno smesso di allattare molto gradualmente hanno avuto latte disponibile anche quando, per lunghi periodi, il loro bambino poppava appena pochi minuti al giorno o magari saltuariamente e non tutti i giorni. Allo stesso tempo, queste mamme hanno potuto verificare che in caso di necessità, ad esempio se il bambino si ammalava, e riprendeva a poppare più spesso, la quantità aumentava di nuovo per adeguarsi al maggiore fabbisogno. Continuare ad offrire a tuo figlio il seno a richiesta è il modo migliore per avere sempre tanto latte quanto occorre a lui.

Tratto da: I primi cibi solidi: le domande delle mamme
di Antonella Sagone
pubblicato su Da mamma a mamma n. 99