Quale può essere la causa e come si può risolvere la situazione?

Un riflesso di emissione doloroso può occasionalmente verificarsi mentre il tuo corpo si prepara a nutrire il tuo bambino. Le tecniche di rilassamento che hai sperimentato durante il travaglio ti potrebbero aiutare ad affrontare anche questo piccolo disagio.

Durante la poppata devi comunque essere sicura di adottare delle posizioni corrette, e non devi sforzarti o chinarti sopra il tuo bambino mentre lo allatti. Schiena, braccia, gambe e gomiti devono essere ben sostenuti e i muscoli delle spalle e del collo devono essere rilassati.

Potrai avvertire delle fitte acute all'interno del seno durante la calata del latte, dovute al fatto che i dotti galattofori stanno convogliando il latte verso il capezzolo. Queste fitte scompariranno mano a mano che il tuo organismo si "abitua" all'allattamento.

Ci possono essere molte altre cause di calata dolorosa del latte che devono essere prese in considerazione:

  1. Grande quantità di latte. Alcune donne scoprono di produrre una gran quantità di latte e/o di avere un riflesso di emissione molto forte. Se è il tuo caso, noterai che il bambino tossisce o sputa a causa della quantità del latte e dell'intensità della calata. Alcune madri trovano utile allattare solo ad un seno per volta, oppure, durante la tornata del latte, puoi aiutare il tuo bambino staccandolo dolcemente dal seno, spruzzando un po' di latte in una salviettina e riattaccando il bambino al seno quando il flusso di latte rallenta. Con il passar del tempo il bambino riuscirà meglio a controllare la produzione e la fuoriuscita del latte e questi disturbi tenderanno a scomparire
  2. Candida. Il riflesso di emissione del latte doloroso può anche essere causato da un'infezione da fungo (Candida, comunemente chiamata anche "mughetto") che è penetrata nei dotti galattofori. La pagina dedicata al mughetto non parla di infezioni ai dotti galattofori, ma offre moltissime valide informazioni sui funghi. Contatta una Consulente LLL o il tuo medico curante se sospetti di avere un'infezione micotica.
  3. Ingorgo. L'ingorgo può causare dolore al seno. Per ulteriori informazioni sull'ingorgo leggi le pagine dedicate al dolore al seno, in questa stessa sezione.
  4. Strappo muscolare o lesione durante il parto. Uno strappo o una lesione ai muscoli del torace – che sono gli stessi muscoli che sostengono il seno – può causare un dolore che sembra provenire dall'interno del seno stesso.
  5. Infezione al seno o dotti ostruiti. Durante le prime settimane di allattamento è possibile che tu soffra di dotti ostruiti, o abbia contratto un'infezione al seno durante il soggiorno in ospedale. Se hai le febbre, se hai striature rosse sul seno, o ti senti come se avessi l'influenza, contatta il medico curante per escludere una mastite. Per l'infezione al seno o dotti ostruiti, ti potrà essere d'aiuto allattare spesso, riposare molto e bere molti liquidi.
    Altre cause di dolore al seno (non necessariamente durante la calata del latte) possono essere le seguenti:
  • uso improprio del tiralatte
  • reggiseno troppo stretto
  • lesione o intervento chirurgico al seno
  • dolori premestruali
  • seno fibrocistico

Inoltre anche alcune donne con il seno molto grande provano dolori al seno mentre allattano. Il dolore al seno può anche essere causato dal fatto che il bambino stringe il capezzolo invece di succhiare. In questo caso sentirai che il bambino non inghiotte durante la poppata. Se il bambino non succhia in modo corretto, contatta una Consulente de La Leche League o un esperto in allattamento che gli possano insegnare a poppare correttamente.

Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League, reperibili presso le Consulenti o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.