I bambini nati pretermine e molto piccoli hanno bisogno del latte della loro mamma persino più di quelli nati a termine. Se tuo figlio è nato prima del tempo probabilmente sei in preda ad un tumulto di sensazioni. Quando vedi il suo corpicino che sembra così debole, ti senti invasa dal desidero di proteggerlo. Puoi sentirti spaventata, arrabbiata o colpevole. Vedendo gli operatori sanitari affaccendati ed attivi potresti sentirti fuori posto, come se tu non fossi necessaria, persino come se non fossi una vera madre!

Ma tu sei necessaria, e molto. Il latte del tuo seno è qualcosa che tu sola puoi fornire al tuo bambino. Il tuo latte contiene nutrienti di valore inestimabile e proprietà immunologiche che possono fare una grande differenza nella salute di tuo figlio e nel suo sviluppo. Il latte prodotto dalla madre di un bambino prematuro è più ricco di proteine e di altri nutrienti rispetto a quello prodotto dalla madre di un bambino nato a termine. Il latte umano contiene anche la lipasi, un enzima che permette al bambino di digerire più facilmente i grassi. Il bambino prematuro allattato è meno soggetto ad infezioni di quello nutrito artificialmente. Sarà protetto dalle proprietà immunologiche del tuo latte mentre il suo sistema immunitario immaturo si sta sviluppando.

È meglio somministrare al bambino il tuo latte fresco: il latte donato deve essere pastorizzato, procedimento che uccide le cellule vive deputate alla lotta alle infezioni, (sebbene sia certamente una buona alternativa quando la madre non riesce ancora a fornire latte a sufficienza).

Dare il tuo latte, sia direttamente al seno sia tramite spremitura, fa bene a te e al bambino, in ogni caso. La sensazione di unione che provi quando il latte fluisce fa bene alla vostra relazione. Ti aiuta a pensare che tuo figlio è in primo luogo una persona, il tuo bambino adorato, e non solo un oggetto di studio medico. Questo legame vi sosterrà entrambi in ogni difficoltà che incontrerete.

Come posso allattare il mio bambino prematuro?

Forse tuo figlio è abbastanza forte e maturo da potersi nutrire direttamente al seno. Ci può volere del tempo per incoraggiarlo a farlo correttamente. Vedi la pagina "In quale posizione devo mettere il bambino al seno?": puoi provare la cosiddetta "presa di transizione" che ti permette di vedere meglio il bambino e di controllarne la bocca. Appoggia il bambino di traverso sul tuo grembo, verso di te, petto a petto. Usa dei cuscini per portarlo al livello del seno. Se stai offrendo il seno destro sorreggi la testa del bambino con la mano sinistra e il tuo seno con l'altra mano. Il bambino potrebbe aver bisogno di aiuto per aprire bene la bocca. Chiedi ad una puericultrice o ad un parente di aiutarti a spingere delicatamente verso il basso il mento del bambino.

La ricerca ha dimostrato che per i bambini l'allattamento al seno è meno stressante di quello artificiale, quindi fai sapere al tuo medico che preferisci che il bambino poppi al seno, quando sarà pronto, e non dal biberon. Per incoraggiare un bambino riluttante, postresti provare il dispositivo d'alimentazione supplementare (DAS) sul tuo capezzolo o sul dito. Una Consulente de La Leche League può indicarti come procurartelo.

Spremere il latte

Se il tuo bambino non è abbastanza forte da poter poppare al seno sarebbe molto utile, per avere presto una buona produzione, incominciare a spremere o tirare il tuo latte il prima possibile dopo la nascita. Tirando il latte con frequenza, ogni due o tre ore, imiterai la frequenza di poppate di un neonato e otterrai una buona produzione di latte. Procurati un tiralatte di misura grande, del tipo ospedaliero, con doppio attacco. Stimolando entrambi i seni contemporaneamente risparmierai tempo. Puoi leggere anche: Come si sceglie un tiralatte?
Conserva il tuo colostro, il primo latte: è il primo cibo, perfetto per il tuo bambino.

Cos'è la terapia canguro?

Una pratica che sta crescendo in popolarità, visto che ne sono stati dimostrati gli effetti benefici sui bambini, è chiamata "terapia canguro". Quando il tuo bambino è abbastanza forte da poter uscire dall'incubatrice, tienilo pelle a pelle sul tuo petto. Il tuo calore, il tuo odore, il battito familiare del cuore ricreerà la sensazione del caldo dell'utero, in più potrà vederti, quindi si sentirà consolato e calmo. Ciò lo aiuterà nel suo sviluppo. Può cominciare a cercare il tuo seno e provare a poppare per la prima volta. Anche i papà possono tenere i bambini in questo modo e sentir crescere il loro legame con loro.

Tocca il bambino e parlagli più che puoi. Allattalo e cambialo.

Dandogli il tuo latte, gli stai dando il tuo più grande regalo.

Puoi approfondire ulteriormente questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League, reperibili presso le Consulenti o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.