Home arrow Comunicati Stampa arrow 25 novembre 2014 - Allattamento: le mamme devono poter fare scelte LIBERE
25 novembre 2014 - Allattamento: le mamme devono poter fare scelte LIBERE PDF Stampa E-mail
Allattamento – Le mamme devono poter fare scelte LIBERE
 

La notizia della settimana (ringraziamo tutte le mamme che ci hanno scritto per segnalarcela) è indubbiamente l’arresto ed i domiciliari inflitti ai pediatri accusati di prescrivere formula artificiale “spingendo le madri a smettere di allattare” ed ai promotori delle aziende farmaceutiche che avrebbero corrotto questi professionisti sanitari.

Le mamme pazienti di questi pediatri (e di tanti altri) avrebbero probabilmente potuto allattare - se adeguatamente sostenute - e invece sarebbero state indirizzate all'aggiunta e quindi all'abbandono dell'allattamento, con tutte le conseguenze di salute (anche psicologica sia per la mamma sia per i bambini) ben note da tempo.

Gli eventi recenti sottolineano quanto sia importante che la singola mamma sia informata per poter fare scelte LIBERE e affinché acquisisca la massima fiducia nel *proprio* istinto materno. Nessuna figura - né professionale né volontaria – conosce il suo bambino quanto lei. Queste figure, comunque, (che comprendono gli operatori sanitari ma non solo), sono tante, e in alcuni momenti possono condividere con la mamma e con la famiglia conoscenze importanti che possono aiutare a prendere le decisioni più adeguate per la diade.

Alcuni esempi di queste figure: noi Consulenti volontarie de La Leche League (un’associazione internazionale composta di mamme che hanno allattato i propri bambini), le volontarie di altre associazioni con finalità simili (il Melograno e tutti i gruppi che fanno parte del MAMI, che trovate qui http://mami.org/gruppi-di-sostegno/), le figure professionali a pagamento come le IBCLC… E non dimentichiamo i parenti e gli amici che molte volte hanno esperienze che rassicurano la neo-mamma e l'aiutano a trovare la soluzione adatta a lei ed al suo bambino.

On line si possono trovare gran parte delle informazioni più recenti in tema di allattamento: a parte il sito de La Leche League (http://www.lllitalia.org), c’è il Codice internazionale OMS/UNICEF sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno (http://mami.org/codice/), la Strategia globale per l'alimentazione dei neonati e dei bambini dell'OMS/UNICEF (http://www.unicef.it/doc/2595/pubblicazioni/strategia-globale-per-lalimentazione-dei-neonati-e-dei-bambini.htm), i documenti del Tavolo Tecnico operativo interdisciplinare sulla promozione dell'allattamento al seno del Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=3894&area=nutrizione&menu=allattamento).

Inoltre le mamme e le famiglie possono denunciare le scorrettezze e gli episodi di mancanza di etica professionale sia all'IBFAN (http://www.ibfanitalia.org/), sia al Tavolo Tecnico (sperando che sia riconfermato, il suo mandato è scaduto pochi giorni fa), sia agli stessi NAS!

La Leche League è a disposizione di tutte le famiglie per sostenere come sempre l’allattamento e ribadisce che i comportamenti scorretti – se provati – vanno puniti nella giusta maniera.

CON VIVA PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

Contatti stampa: Relazioni Esterne LLLItalia,

cell 340 9126893, Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Per scaricare il pdf del comunicato clicca qui

 
< Prec.   Pros. >