Home arrow Comunicati Stampa arrow ...Il dono speciale di saperci aspettare e ritrovarci poi di nuovo felici
...Il dono speciale di saperci aspettare e ritrovarci poi di nuovo felici PDF Stampa E-mail
Ciao,
ti scrivo per dirti che ho fatto il mio intervento per cui ci eravamo sentite tempo fa.
Sono stata operata come previsto in anestesia totale, ho chiesto di fare solo antibiotici compatibili con quel "piccolo goccio di latte" che la mia piccola ancora ama prendere di tanto in tanto, e non ho fatto la morfina che mi era stata proposta per le prime 24 h, l'ho tenuta solo un paio di ore (tempo di svegliarmi e realizzare che avrei potuto farne a meno sopportando i dolori).
Ho spiegato a mia figlia che la mamma avrebbe dovuto prendere delle medicine che sarebbero passate nel latte e che quindi avrebbe dovuto rinunciare al latte per qualche giorno fino al rientro a casa. L'allattamento felice ci ha creato una complicità infinita e una fiducia cieca, per questo non ci sono stati problemi nell'accettare la mia richiesta anche quando è venuta in ospedale a trovarmi. Ho fatto in modo di non fare flebo, se non sali minerali, le ultime 24h e al rientro a casa ha potuto abbracciarmi con un pochino di latte...
Ancora una volta, la nostra relazione impreziosita dell'allattamento ci ha regalato il dono speciale di saperci aspettare e ritrovarci poi di nuovo felici, come sempre dovrebbe accadere tra mamma e figlia.
Ci tenevo a farti sapere che tutto è andato quindi benissimo, io sono in ripresa e sono certa, da donna, che quel goccio di latte preso da mia figlia quando ne ha voglia non può che aiutare il mio utero a tornare in forma presto.
Approfitto per augurarti Buon Anno, pieno si salute prima di tutto, e pieno di buona "attività" per le mamme e le famiglie.

Grazie di tutto, a presto
 
< Prec.   Pros. >