In commercio esistono cibi espressamente preparati per la prima infanzia: privi di certe sostanze, ma arricchiti con vitamine e minerali. Sono in genere molto più costosi dei cibi normali e finemente omogeneizzati. Non è necessario che tu offra al bambino questi cibi perché anche un buon assortimento di cibi naturali fornisce i nutrienti di cui tuo figlio ha bisogno; inoltre il bambino è perfettamente in grado di masticare con le gengive. Spesso il primo cibo che viene offerto al bambino è il brodo vegetale, ma non è indispensabile cominciare con quello: può andare bene qualsiasi cibo semplice, il più vicino possibile al suo stato originario, cotto semplicemente e senza grassi (lessato, al vapore, pentola a pressione, alla piastra), o anche crudo, come la frutta e alcuni ortaggi. Oltre alla crema di cereali puoi offrire anche quella di lenticchie decorticate (quelle arancioni). Vanno bene anche piccoli pezzetti di cibo che il bambino possa afferrare con le mani e portare alla bocca.

Tratto da: I primi cibi solidi: le domande delle mamme
di Antonella Sagone
pubblicato su Da mamma a mamma n. 99

Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League.