Una mamma potrebbe decidere di non allattare in tandem per vari motivi, potrebbe pesarle la situazione in cui ogni poppata del suo bambino grande sia sgradevole, il pensiero che il bambino possa sentire la sua reazione negativa e scegliere per sé e per lui che sia meno pesante affrontare una fine improvvisa piuttosto che graduale dell’allattamento.

La scelta di un allattamento in tandem permette dall’altro lato uno una fine improvvisa dell’allattamento nel rispetto dei tempi del bambino e una “condivisione del seno”, che crea tra i fratelli una complicità speciale.

Una soluzione comunemente adottata è allattare entrambi i figli ma non simultaneamente. Molte mamme segnalano che dare il seno “più pieno” al figlio grande sia meno fastidioso, e anche in questo caso può aiutare contrattare la durata delle poppate.

In genere la richiesta aumenta nel primo periodo dopo la nascita del fratellino, per poi diminuire man mano che il bambino trova le conferme di cui ha bisogno.

Puoi approfondire ulteriormente questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League.